Home   |    International   |    Contatti   |    Info   |   


Dicembre 2012

Nuovo HPC Parametric Packs in ANSYS 14.5

La risoluzione simultanea di diversi elementi della progettazione reduce il tempo richiesto per uno studio parametrico ed il nuovo ANSYS HPC Parametric Packs rende tale processo molto vantaggioso /conveniente/ accessibile.

Come responsabile di prodotto per ANSYS DesignXplorer, sono particolarmente attento a quei miglioramenti legati il software che possono aiutare l’utilizzatore di ANSYS a portare a termine un maggior numero di analisi parametriche in un tempo minore. Per oltre un decennio, la direttrice di ANSYS è stata ciò che comunemente chiamiamo SDPD, ovvero Simulation-Driven Product Development.  Pur trattandosi si una tecnologia di altissimo livello, il desiderio è che gli utilizzatori possano trarre ancora maggior beneficio dalla simulazione. Invece di usarla in modo quasi “autoptico” per verificare ciò che è andato male, si è cercato di progettare uno strumento affinché i team di Ricerca & Sviluppo possano usare la simulazione per lo sviluppo di prodotto.

HPC Ansys

La cornice offerta da ANSYS Workbench rende tutto ciò realmente semplice per il suo utilizzatore. Lo si può utilizzare per configurare un prototipo virtuale parametrico persistente con una grande varietà di input e solutori parametrici  e quindi con ANSYS DesignXplorer (o con uno strumento di ottimizzazione terzo, quale OptiSLang, Optimus, Heeds, ModeFrontier, ecc.) condurre il software all’esplorazione dello spazio progettuale o più semplicemente all’ottimizzazione della progettazione stessa. I dati ottenuti possono aiutare alla comprensione e quindi all’innovazione e infine ad un notevole aumento di valore della simulazione stessa.
Detto ciò, cosa trattiene i nostri clienti? In passato, gli utilizzatori riferivano di difficoltà di parametrizzazione di modelli “morti”. Così quando il partner software SpaceClaim riuscì a risolvere il problema diversi anni fa, ne fummo molto contenti. Sondaggi più recenti hanno dimostrato che è invece il tempo necessario per far “girare” una serie di elementi progettuali a costituire il problema maggiore. Fare girare un numero di elementi progettuali simultaneamente (possibile nella release ANSYS 14.0) consentì un rilevante risparmio di tempo, ma condusse ad un ostacolo di terzo livello, ovvero ad un numero insufficiente di licenze software.


Ora, giunti ad ANSYS 14.5, siamo in grado di offrire una soluzione più convenente: licenze con ANSYS HPC Parametric Pack. Queste nuove licenze amplificano tutte le licenze necessarie per il proprio progetto e consentono agli utilizzatori di far girare “n” elementi progettuali simultaneamente con un unico set di chiavi. Tali elementi progettuali possono includere l’esecuzione di molteplici prodotti (pre, meshing, solve, HPC, post). I pacchetti HPC sono inoltre dimensionabili. Il primo pacchetto consentirà di condurre quattro operazioni in simultanea, ovvero 2*2^1=4, ma ogni pacchetto aggiuntivo raddoppierà il numero degli elementi progettuali che si potranno far girare,  quindi con 5 pacchetti si avranno 2*2^5=64 run contemporaneamente.

Anche la configurazione è semplice. Basta un’occhiata al video tutorial che è stato assemblato … qui non si usa il solutore in remoto, ma si usa HPC per trarre il massimo vantaggio da un notebook con otto cores.
Ora prova ad immaginare il futuro …

 

 

 

HPC Ansys

 

Per maggiori informazioni:

Ing. Corrado Meante
info@enginsoft.it

EnginSoft SpA | © All rights reserved | VAT nb IT00599320223
Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie analytics, che raccolgono dati in forma aggregata | Informativa completa sulla privacy e sui cookie