Home   |    International   |    Contatti   |    Info   |   


Progetto newFRONTIER

Il progetto prevede lo sviluppo di nuove metodologie nell'ambito della PIDO (process integration and multi-objective collaborative design optimization)

È stato recentemente approvato dalla Provincia Autonoma di Trento il progetto di ricerca newFRONTIER. Sottoposto da EnginSoft S.p.A., esso prevede la collaborazione di diversi istituti ed enti di ricerca nello sviluppo di nuove metodologie nell'ambito della PIDO (process integration and multi-objective collaborative design optimization).
In sintesi si tratta di trovare il modo di implementare concretamente l’approccio cosiddetto del “design by analysis”: di ricondurre cioè la progettazione, in senso lato, ad una sequenza automatica (o ad una serie di sequenze automatiche) di analisi svolte su modelli virtuali, capaci di integrare i diversi data-base aziendali e di riflettere il know-how acquisito.

L'approccio prevede di generalizzare il concetto di ottimizzazione, cercando più soluzioni a più domande contemporanee, in un contesto oggettivamente documentato ed adatto, quindi, all'assunzione di decisioni progettuali coerenti.

Il progetto parte da quanto già disponible in modeFRONTIER, proponendosi di approfondire, in particolare, gli aspetti seguenti.

  • La formalizzazione della logica del problema (“workflow”), per gestire, in modo flessibile problemi di qualunque complessità (numero illimitato di nodi), organizzabili ad albero, con sottosistemi locali, in un contesto di ingegneria distribuita e parallela. Ad oggi tutti i software disponibili sul mercato gestiscono sistemi di qualche decina, od al più, centinaio di nodi; nessun sistema tratta logiche complesse o, tanto meno, problemi in cui variabili ed obiettivi siano legati in maniera complessa; nessun sistema riesce a gestire processi distribuiti e/o di ingegneria parallela.

  • La possibilità di ibridizzazione della/e tecnologia/e per includere gli approcci di base dell’economia evolutiva (livello “meso” dell’economia individuato più comunemente nelle “comunità di pratica”, e capace di rispondere all’esigenza di “knowledge reuse”, da tutti indicato come “driver” di importanza primaria per l’innovazione). Nessuno, ad oggi, ha realizzato tale ibridizzazione: ci si ferma, da un lato, al CAE od, al più, all’MDO e, dall’altro, alla KBE od all’Intelligenza Artificiale.

  • Il trattamento delle incertezze, secondo le categorie comuni nei contesti progettuali: dal “robust design” alla “reliability analysis”, tema per il quale, a fronte di notevoli sviluppi teorici, non esiste ad oggi nessuna implementazione software sufficientemente generale ed utilizzabile in un ambiente integrato per la progettazione.

  • L’integrazione verso il CAD ed il CAE per comunicazione diretta bi-direzionale, da affrontare secondo la gerarchia di importanza (e diffusione) dei software commerciali, a seguito di valutazioni non solo di tipo tecnico – e, in questo caso, necessariamente anche sul fronte dei produttori dei software stessi – ma, essenzialmente, strategico.

  • La valutazione di nuove famiglie di algoritmi, sia per l’MDO, che per il supporto alle decisioni, a seguito degli sviluppi in essere presso le principali scuole di competenza.

Il progetto ha la durata di tre anni. L’investimento da parte di EnginSoft è notevole, e superiore a qualsiasi altro impegno in precedenti progetti di ricerca. Molto importante, anche, la ricaduta sotto il profilo occupazionale: almeno otto saranno le nuove assunzioni che saranno fatte nel contesto di questa iniziativa presso la sede trentina della società.
Le attese, legate ad una successiva industrializzazione dei risultati della ricerca, sono, corrispondentemente, molto elevate. E precisa è la convinzione che gli sviluppi paralleli del sistema modeFRONTIER saranno molto apprezzati nei diversi contesti industriali cui esso si rivolge.

Per informazioni:
info@enginsoft.it

EnginSoft SpA | © All rights reserved | VAT nb IT00599320223
Questo sito utilizza cookie tecnici e cookie analytics, che raccolgono dati in forma aggregata | Informativa completa sulla privacy e sui cookie